Il crollo dell’oro di Aprile riaccende l’interesse dei privati

Maggio 8, 2013

 

Di Adrian Ash - BullionVault

È finito il mercato rialzista dell’oro, o comprare a questi prezzi è l’affare del secolo?

Il contrasto tra i gestori di fondi professionisti e gli investitori privati non potrebbe essere più ampio di oggi.

Il sottostante degli ETF sull’oro, lo strumento preferito dai gestori di fondi che cercano un’esposizione al prezzo dell’oro, è sceso del 17% rispetto al record massimo registrato a dicembre. Il sentiment degli investitori privati, al contrario, non è mai stato forte come oggi negli ultimi 16 mesi.

ETF_Gold_Investor_Index

Il Gold Investor Index misura il rapporto tra acquirenti e venditori su BullionVault, la piattaforma online per lo scambio e il possesso diretto di oro fisico. Non si tratta quindi di una semplice indagine sulle intenzioni, perché misura in che modo, di fatto, gli investitori privati hanno agito nei confronti del loro investimento in oro, se scelgono di aumentare, diminuire o lasciare invariata la quantità relativa al proprio investimento, sotto forma di oro fisico custodito a Zurigo, Londra, Singapore o New York.

Un dato di 50,0 indicherebbe un bilanciamento perfetto di acquirenti e venditori. L’indice raggiunse il picco a 71,7 a settembre 2011, e toccato il minimo semestrale di 53,3 lo scorso marzo. Come si vede, il Gold Investor Index è balzato a 58,6 ad Aprile, toccando il livello più alto da dicembre 2011. Ricordiamo che ad aprile il prezzo dell’oro ha subito il crollo di prezzo mensile più forte dal luglio 2010 in termini di Euro, e da agosto 2008 in termini di dollaro.

GII_Aprile

Non sono però soltanto gli ETF che hanno visto un’inversione di tendenza per quanto riguarda il sentiment nei confronti dell’oro. I così detti “grandi speculatori” nel mercato dei future e delle opzioni hanno ugualmente ridotto l’esposizione al prezzo crescente dell’oro, sopratutto aumentando i contratti short, ovvero le scommesse “contro” l’oro. E in maniera ancora più evidente lo ha fatto quella parte di piccoli investitori speculativi che nel mercato dei derivati usano la leva per scommettere sul rialzo o il ribasso dei prezzi.

ETF_Futures_Gold_Investor_Index

 
Qualunque sia l’analisi che abbia condotto gli investitori istituzionali (e i privati che li seguono) a cambiare direzione, sembra che non sia stata condivisa dagli investitori privati. La gente tende a comprare oro quando teme un periodo di crisi, ed è chiaro che il ruolo dell’oro come bene rifugio continua a resistere, nonostante aprile abbia visto il crollo del prezzo peggiore degli ultimi 30 anni.

È evidente che allora il ruolo dell’oro prescinde dal prezzo, per chi compra oro per la prima volta nella primavera del 2013. È probabile che per costoro, così come per la stragrande maggioranza degli investitori a lungo termine con i quali ho parlato lungo gli anni, il ruolo dell’oro rimane primariamente quello di un’alternativa al rischio legato al credito e al sistema bancario, così come una difesa alle minaccie di inflazione a lungo termine, il quantitative easing, i tassi di interesse a zero e gli enormi deficit nazionali.

Per quanto tale crescita nella domanda stia ora rallentando, mostra comunque l’interesse degli investitori occidentali nel metallo fisico, precedentemente bloccata dai prezzi evidentemente ritenuti troppo alti. La risposta degli investitori dopo il crollo del prezzo di aprile ricorda la domanda d’oro in Asia: piuttosto che andare dietro al prezzo alla fine del 2012 (come hanno fatto invece i gestori di fondi) hanno approfittato del ribasso del prezzo per comprare.

Informazione finanziaria, consigli operativi e suggerimenti sui mercati finanziari
Basta avere paura quando gli altri sono avidi ed essere avidi quando gli altri hanno paura
                                                                                Warren Buffett
Ideato, progettato e realizzato con il ♥ by
Webmaster Roma