L'Italia in caduta libera ci salverà Marini!

Aprile 18, 2013

I consumi di petrolio, – 6,9%, e dei carburanti, -6,3% a marzo in Italia

Scritto da Riccardo Barbuti
Giovedì 18 Aprile 2013

 

17 aprile 2013Di 

da Mondo Elettrico di Massimo J. De Carlo

pompabenz

 

Mentre l’Europa registra nel mercato aiutomotive  Il marzo nero dell’auto, Europa -10,3%. Fiat -1,2%quota al 6% infilando un ‘record’ dopo l’altro, ildiciottesimo mese consecutivo di calo nelle immatricolazioni  delle auto nei 27 paesi dell’Ue, il Ministero dello Sviluppo Economico segnala un altro tracollo del consumo di petrolio e dei carburanti.

Il comunicato della UP.

Prosegue il calo, anche se meno accentuato, deiconsumi petroliferi italiani che nel mese di marzo sono ammontati a circa 5,1 milioni di tonnellate, con una diminuzione del 6,8% (‐372.000 tonnellate) rispetto allo stesso mese del 2012.
prodotti autotrazione, con un giorno di consegna in meno, hanno rilevato le seguenti dinamiche: la benzina nel complesso ha mostrato un calo pari al7,5% (‐54.000 tonnellate) rispetto a marzo 2012, mentre il gasolio autotrazione del 5,9% (‐120.000 tonnellate).

 

La domanda totale di carburanti (benzina + gasolio) nel mese di marzo è così risultata pari a circa 2,6 milioni di tonnellate, di cui 0,7 milioni di tonnellate di benzina e 1,9 di gasolio autotrazione, con un decremento del 6,3% (‐174.000 tonnellate) rispetto allo stesso mese del 2012.
A parità di giorni di consegna, il calo per la benzina sarebbe stato del 3,1% e per il gasolio dell’1,8%.
Unica nota positiva sono le vendite di gpl totali (+18,4%), condizionate da un lato dalgplautotrazione (+9,1%) e dall’altro dalla combustione (+25,9%).
Nel mese considerato le immatricolazioni di autovetture nuove sono diminuite del 5% con quelle diesel che hanno rappresentato il 54,7% del totale (era il 56,2% nel marzo 2012).

Nei primi tre mesi del 2013, i consumi sono stati pari a circa 14,5 milioni di tonnellate, con un calodell’8,8% (‐1.397.000 tonnellate) rispetto allo stesso periodo del 2012.
La benzina nel periodo considerato ha mostrato una flessione del 6,5% (‐128.000 tonnellate), il gasolio del 4,5% (‐254.000 tonnellate).
Nel periodo considerato la somma dei soli carburanti (benzina + gasolio) evidenzia un regresso del 5,1% (‐382.000 tonnellate).
Nel primo trimestre dell’anno, le nuove immatricolazioni di autovetture sono risultate in diminuzione del 13%, con quelle diesel a coprire il 53,9% del totale (era il 55,7 nei primi tre mesi del 2012).
Nel primo trimestre 2013, il gettito fiscale stimato è risultato in calo di circa 200 milioni di euro rispetto allo stesso periodo del 2012 (‐2,3%).

(Roma, 17 Aprile 2013 – Comunicato stampa dell’Unione Petrolifera)

Pubblichiamo come di consueto i grafici da noi elaborati con i dati provenienti dal Ministero dello Sviluppo Economico. Vediamo che i consumi vanno sempre più giù segnale definito del cattivo andamento della nostra economia e quindi della produzione nazionale come abbiamo visto confermati negli ultimi giorni.

Il petrolio

Ecco di seguito i nostri grafici a partire dal gennaio 2006. Notare il puntino rosso di gennaio, il più in basso degli ultimi 8 anni.

Mesi in sequenza dal gennaio 2006 … a picco!

petrolio2013marzo1

 

petrolio2013marzo2

 

I carburanti per autotrazione

Benzina. Osservare la linea spezzata rossa, al livello più basso degli ultimi anni.

carb-benzina2013marzo1

 

Gasolio. Anche qui al livello più basso degli ultimi anni.

carb-gasolio2013marzo1

 

Benzina + gasolio

carburanti2013marzo1

 

carburanti2013marzo2

 
e la caduta vertiginosa dei consumi.

Informazione finanziaria, consigli operativi e suggerimenti sui mercati finanziari
Basta avere paura quando gli altri sono avidi ed essere avidi quando gli altri hanno paura
                                                                                Warren Buffett
Ideato, progettato e realizzato con il ♥ by
Webmaster Roma