L’S&P500 sui massimi storici,Grecia trattative fiume ,MPS parte l’ADC

Maggio 22, 2015

borsa usa 2L’S&P500 sui massimi storici,Grecia trattative fiume ,MPS parte l’ADC

S&P500 RAGGIUNGE UN NUOVO RECORD

Wall Street ha avuto difficoltà a trovare una chiara direzione. Quasi tutti i dati macroeconomici pubblicati negli USA sono stati inferiori alle attese. Se da una parte sono aumentati i timori relativi allo stato di salute della prima economia mondiale, dall'altra è cresciuta anche che la Fed possa rinviare ulteriormente il primo rialzo dei tassi. . Gli analisti di Bbva continuano ad aspettarsi il primo rialzo dei tassi da parte della Fed "nel mese di settembre dal momento che le minute del Fomc hanno ulteriormente ridotto la possibilita' di vedere un aumento nel mese di giugno".Anche Nordea SI ESPRIME IN MERITO,I dati macroeconomici Usa sono stati complessivamente deboli e sostengono quanto emerso dalle minute della Fed, ovvero che il primo aumento dei tassi non dovrebbe avvenire nel mese di giugno. Bo Jakobsen, Chief Analyst Nordea, spiega infatti che "anche se i membri della Federal Reserve non hanno completamente escluso un primo rialzo dei tassi a giugno, questa cosa sembra piuttosto improbabile. Ci aspettiamo un aumento a settembre". Gli esperti si attendono un miglioramento della crescita dell'economia Usa nel secondo trimestre.I principali indici azionari statunitensi hanno chiuso misti. Il Dow Jones è rimasto invariato, l'S&P 500 ha guadagnato lo 0,2% e il Nasdaq Composite lo 0,4%. L'S&P ha toccato un nuovo record storico.lunedì Wall Street sarà chiusa per il Memorial Day. Interessante anche l'intervento che Janet Yellen, il governatore della Federal Reserve, tiene stasera intorno alle 20 ora italiana nel Rhode Island

 

MERCATI AZIONARI

Dopo i Pmi tedeschi , JPMorgan ha ridotto le stime di crescita della Germania per il secondo trimestre a +2% dal precedente +2,5%. Di conseguenza, anche le previsioni sul Pil del 2* trim. dell'Eurozona calano al 2% dal 2,5%. Il principale indice milanese ha consolidato i rialzi dell'ultimo periodo, con il sentiment degli investitori che si e' mantenuto positivo. Sul fronte dei dati macroeconomici, il Pmi composito di maggio preliminare dell'Eurozona si e' attestato a 53,4 punti (53,9 il consenso), il Pmi manifatturiero a 52,3 punti (51,8 il consenso) e il Pmi servizi a 53,3 punti (53,9 il consenso). Per Ing i dati sono stati un po' deludenti, anche se nel complesso "non sono stati affatto male". In generale, gli analisti "restano ottimisti sul recupero dell'Eurozona anche perche', nonostante i recenti aumenti, il greggio e l'euro restano sostanzialmente su livelli piu' bassi rispetto ad un anno fa. I Pmi Ue restano sopra la soglia di espansione dei 50 punti". Credit Suisse mantiene una visione complessivamente neutrale sull'azionario globale e lo preferisce al mercato obbligazionario. Relativamente all'Eurozona gli analisti credono che "la ripresa stia continuando" ed evidenziano che la politica monetaria espansiva della Banca centrale europea "dovrebbe continuare a rafforzare la domanda domestica".

Sul FTSEMIB,Nella seduta  il controvalore degli scambi è sceso a 2,87 miliardi di euro, rispetto ai 2,94 miliardi di ieri. Su 339 titoli trattati, 164 hanno terminato la giornata con un ribasso, mentre i rialzi sono stati 159. Invariate le restanti 16 azioni. INTESA,Intesa Sanpaolo  aprirà a breve a Londra una filiale per l'attività di private banking, mentre non ha sul tavolo dossier per acquisizioni nel settore.Lo ha detto il Ceo Carlo Messina a margine di un evento all'Expo."Apriremo a breve una filiale a Londra di private banking e a brevissimo rafforzeremo una società in Svizzera che opera nel settore", ha detto Messina.Il banchiere ha poi ribadito l'interesse a valutare per il private banking opportunità di crescita esogena ma ora "non c'è assolutamente niente sul tavolo".ENEL,  non ha in programma la cessione di ulteriori quote di Endesa Lo ha detto in un'intervista a Reuters a Parigi l'AD del gruppo elettrico, Francesco Starace.Alla domanda se Enel avesse intenzione di allegerire ulteriormente la presa nella controllata spagnola, Starace ha risposto: "No".Enel ha già venduto una quota di Endesa lo scorso novembre per contribuire ad abbattere il suo debito. Dopo il collocamento, il periodo dilock up sta per scadere, evento che ha fatto circolare le ipotesi che il gruppo possa vendere altre quote di Endesa.MPS ,finalmente i dettagli dell’ADC, il Consiglio di Amministrazione ha deliberato di emettere massime 2.558.256.930 azioni ordinarie BMPS di nuova emissione, senza indicazione del valore nominale, aventi le stesse caratteristiche delle azioni BMPS in circolazione, incluso il godimento regolare, da offrire in opzione ai soggetti titolari di azioni BMPS al prezzo di sottoscrizione pari a Euro 1,17 per ciascuna nuova azione BMPS, da imputarsi interamente a capitale, nel rapporto di 10 (dieci) azioni di nuova emissione BMPS per ciascuna azione BMPS posseduta.

GRAFICAMENTE 

SIAMO SEMPRE A RIDOSSO DEI 23800/850 ,MA IL VERO OSTACOLO SARANNO I 24000 PUNTI PER POI ACCEDERE AL TARGET 24500 DOVE ARRIVERANNO LE VERE PRESE DI BENEFICIO,RIPIEGAMENTI VERSO 23200 OPPORTUNITA' D'ACQUISTO

BORSE ASIATICHE

NIKKEI +0,2%

HANG SENG +1,5%

Nel corso della notte, la Banca del Giappone, l'istituto centrale del Paese, ha confermato, senza apportare alcuna variazione, lo schema di azione monetaria che la vede impeganta a comprare obbligazioni per un ammontare mensile di 80.000 miliardi di yen, circa 660 miliardi di dollari. Il governatore Haruhiko Kuroda ritiene che questa azione possa bastare, sia in grado di far ripartire l'inflazione, portandola sui livelli prefissati. L'indice Nikkei della Borsa di Tokyo si avvia a chiudere con una modesta variazione positiva (+0,2%), ma è la sesta seduta di rialzo e siamo sui massimi degli ultimi 15 anni. Ben più ampio è il rialzo delle Borse asiatiche, indirizzate a mettere a segno una variazione settimanale che non si vedeva da marzo. Hong Kong sale dell'1,5% e l'indice CSI 300 dei listini di Shanghai e Shenzen dell'1,7%. Seoul guadagna lo 0,7% e Mumbai lo 0,3%.

GRECIA

Due ore e un quarto di faccia a faccia ieri  sera a Riga in Lettonia tra Angela Merkel, Francois Hollande e Alexis Tsipras non portano annunci di soluzione trovata, ma i tre - stando ai portavoce tedesco e greco - concordano che "nei prossimi tempi resteranno a stretto contatto diretto". Nel primo pomeriggio di oggi, venerdì, dopo la conclusione del vertice, il premier greco incontrerà il presidente della Commissione europea, Jean Claude Juncker. Merkel, Hollande e Tsipras, dopo la cena del vertice per il partenariato orientale, si sono riuniti in una sala al primo piano dell'albergo nei pressi della sede del vertice in cui sono ospitati tutti i leader europei, per un confronto politico diretto. Quando ne escono, Merkel e Hollande non sorridono, il greco, qualche passo più indietro, ha un sorriso di circostanza. Nessuno dei tre rilascia dichiarazioni. L'ufficio stampa della Cancelliera fa sapere che l'incontro si è svolto in un'atmosfera "amichevole e costruttiva", ma ricorda che i negoziati tecnici con il Brussels Group "devono continuare" e sottolinea che il centro della discussione è stato "il completamento dell'attuale programma di aiuti". Per il portavoce di Tsipras invece i tre "hanno concordato che ci sono stati alcuni sostanziali progressi" e che nel vertice sono stati toccate "le questioni in sospeso", come le pensioni, i tassi dell'Iva, l'avanzo primario ed il mercato del lavoro"L'Eurogruppo studia la possibilità di estendere fino all'autunno l'attuale piano di aiuti alla Grecia in scadenza il 20 giugno. Lo scrive il quotidiano tedesco Suddeutsche Zeitung citando funzionari europei secondo cui Atene potrebbe ricevere aiuti finanziari e in cambio attuare solo una parte delle riforme richieste dai creditori. Il governo ellenico dovrebbe varare la riforma dell'Iva per reperire altri 5 miliardi di gettito, mentre la riforma previdenziale e quella del mercato del lavoro verrebbero rinviate a dopo l'estate.

PETROLIO

Gli investitori sono sempre più preoccupati a causa delle forti tensioni nel Medio Oriente. Un cargo iraniano con aiuti umanitari sta sfidando il blocco navale saudita in Yemen. In Siria l'Isis ha conquistato Palmira e controlla ora metà del Paese.Il prezzo del petrolio ha chiuso  in forte rialzo. Il future sul WTI con scadenza luglio ha guadagnato al NYMEX il 3% a $60,72 al barile. Per il greggio quotato a New York si è trattato della migliore seduta da un mese.A spingere il prezzo del petrolio è stata inoltre ancora l'aspettativa che l'offerta da parte degli USA scenderà ulteriormente. Dai dati pubblicati ieri dal Dipartimento dell'Energia è emerso che le scorte statunitensi di greggio si sono ridotte per la terza settimana di fila.

FALSO IN BILANCIO

Via libera dell'Aula della Camera al disegno di legge anticorruzione che reintroduce il falso in bilancio.Il testo ha ottenuto 280 voti a favore e 53 voti contrari, mentre gli astenuti sono stati 11."Con la nuova legge anticorruzione il falso in bilancio ritorna ad essere un reato punito con sanzioni severe", ha scritto su Twitter il Ministro della Giustizia Andrea Orlando dopo il sì definitivo al testo, che si era sbloccato ad aprile dopo oltre 700 giorni di stallo.

 

 

Informazione finanziaria, consigli operativi e suggerimenti sui mercati finanziari
Basta avere paura quando gli altri sono avidi ed essere avidi quando gli altri hanno paura
                                                                                Warren Buffett
Ideato, progettato e realizzato con il ♥ by
Webmaster Roma