Mercati Europei

Novembre 19, 2012

meracati5Mercati europei in pillole
La crisi del debito continua a trascinare al ribasso il PIL europeo, dal momento che i dati pubblicati dai paesi dell'Eurozona hanno mostrato una decisa contrazione ed indebolimento. Mentre i dati riguardanti il PIL di Francia, Germania, Spagna e Italia hanno riportato dati leggermente più positivi delle previsioni economiche, i rapporti pervenuti dagli altri paesi hanno indicato una contrazione ben peggiore delle aspettative. Il PIL greco ha ceduto un drammatico -7.20%, mentre il Portogallo ha registrato una contrazione pari al -3.40%. In generale, gli indici azionari europei hanno perso terreno, guidati dalle decise perdite registrate dal DAX tedesco e dal FTSE 100. L'inflazione britannica ha raggiunto livelli più alti delle previsioni e si prevede che rimarrà ferma ad un livello elevato, dal momento che le tasse aumentano e i prezzi dell'energia continuano a mettere pressione all'inflazione. La Banca Centrale inglese non ha annunciato nuovi alleggerimenti quantitativi, sebbene gli economisti prevedono nuove misure di alleggerimento per il 2013. 

Informazione finanziaria, consigli operativi e suggerimenti sui mercati finanziari
Basta avere paura quando gli altri sono avidi ed essere avidi quando gli altri hanno paura
                                                                                Warren Buffett