RATING e RUMORS DEL 22 MAGGIO

Maggio 22, 2018

rating12RATING e RUMORS DEL 22 MAGGIO

Ynap

ha comunicato che l'Ad Federico Marchetti, in esecuzione a quanto previsto nell'impegno di adesione assunto lo scorso 21 gennaio nei confronti di Compagnie Financie're Richemont, in relazione all’Opa di quest’ultima sulla stessa Ynap, ha sottoscritto con Richemont, un accordo finalizzato al trasferimento al prezzo unitario di 38 euro (pari al corrispettivo dell'offerta), delle 2.417.147 azioni ordinarie Ynap di nuova emissione rivenienti dall'esercizio di complessive 2.417.147 stock option, di cui 805.716 stock option e 1.611.431 stock option in caso di cambio del controllo societario.
Contestualmente, altri 12 beneficiari dei piani di stock option, tra i quali Enrico Cavatorta (Chief Financial & Corporate Officer), Irene Boni (Co-Chief Operating Officer), Alison Loehnis (President,In-Season) e Silvia Scagnelli (Corporate Development & Investor Relations Director) hanno sottoscritto con Richemont analoghi accordi finalizzati al
trasferimento a quest’ultima, sempre al prezzo unitario di 38 euro di complessive 722.999 azioni ordinarie Ynap di nuova emissione, rivenienti dall'esercizio di complessive 722.999 stock option, di cui 356.332 stock option e 366.667 stock option in caso di cambio del controllo societario.

GO internet

comunica che gli azionisti Franco Colaiacovo Gold e WN hanno ridotto la propria partecipazione al di sotto della soglia di rilevanza rispettivamente del 30 e 15 per cento.
I suddetti cambiamenti sostanziali delle partecipazioni sono avvenuti entrambi in data 11 maggio 2018 per effetto dell'integrale sottoscrizione da parte di Linkem delle azioni di nuova emissione rinvenienti dall'aumento di capitale riservato deliberato dall'assemblea del 27 aprile 2018.
Linkem e' cosi' diventato il secondo maggior azionista con il 21,22% del capitale di GO internet. Il tutto come previsto dall'accordo di investimento sottoscritto tra le parti lo scorso 24 marzo.
Si riporta di seguito l'evoluzione dell'azionariato post aumento di capitale con evidenza dei soggetti che, alla data odierna, partecipano, direttamente o indirettamente, in misura pari o superiore al 5% al capitale sociale di GO internet.

UNICREDIT

La Bce ha chiesto a UniCredit di migliorare alcuni aspetti del proprio sistema IT.
L'autorita' di controllo ha effettuato e concluso un'ispezione sui rischi informatici (It Risk) di UniCredit, avviata poco dopo il 26 luglio 2017 quando la banca aveva comunicato al mercato di aver subito alcuni attacchi hacker che avevano portato alla violazione dei dati sui prestiti personali di circa 400 mila clienti italiani.
L'ispezione, iniziata ad ottobre e conclusa a dicembre 2017, ha evidenziato otto 'aree di miglioramento' per la banca, che si e' impegnata ad inviare un piano d'azione alla vigilanza.
La Bce ha chiesto progressi in materia di 'incidente d'infiltrazione e fuoriuscita dati' cioe' di 'trasferimento non autorizzato di dati da un data base aziendale verso l'esterno' e di 'monitoraggio evento sicurezza'.

A2A

Il polo lombardo delle utility voluto da A2A  ha ottenuto ieri il via libera Antitrust. Il Garante ha infatti concluso che non si creano problemi concorrenziali in nessuno dei settori interessati dall'operazione.

AS ROMA

Parte l'aumento di capitale da 115 mln di euro dell'As Roma. L'operazione, scrive il "Sole 24 Ore", avviene dopo i versamenti in conto capitale effettuati lo scorso anno dal proprietario James Pallotta per riequilibrare i conti del club. Ora c'e' dunque la conversione come passaggio finale. Una piccola parte dell'aumento, invece, sara' per cassa e a disposizione del mercato: in caso di integrale sottoscrizione circa 20,4 mln. Il club giallorosso e' una societa' ancora in fase di profondo turnaround, scrive il quotidiano, anche se la semifinale di Champions ha portato benefici ai conti. Tuttavia, nel prospetto informativo che accompagna l'aumento sono indicati diversi elementi di rischio. Viene precisato che l'operazione si inserisce in un contesto di significativo deterioramento della situazione economica, finanziaria e patrimoniale del gruppo; caratterizzata, tra l'altro, da un trend reddituale negativo, da un deficit patrimoniale (a livello consolidato) per 129,3 mln al 31 dicembre 2017, nonche' da una situazione di elevata tensione finanziaria: al 31 marzo 2018 l'indebitamento lordo ammontava a circa 270 mln. Inoltre, l'aumento, anche in caso di integrale sottoscrizione, non consente di superare la situazione di riduzione del capitale sociale di oltre un terzo in conseguenza di perdite (art. 2446 Codice civile), in cui la societa' versa dal 31 dicembre 2017; esiste il rischio di un ulteriore deterioramento patrimoniale con la conseguenza di una riduzione al di sotto del limite legale (art. 2447); l'aumento non e' sufficiente a far fronte al fabbisogno finanziario complessivo netto del gruppo per i 12 mesi successivi alla data del prospetto (143 mln contro 20,4 mln).

TXT

TXT e-solution, specialista internazionale di software e soluzioni di alto valore strategico per grandi imprese, ha comunicato che, nel periodo compreso tra il 17 e il 21 maggio, ha acquistato 16.000 azioni proprie ad un prezzo complessivo di 188.075,38 euro.
Alla data del 21 maggio 2018 la societa' detiene complessivamente 1.312.451 azioni proprie pari al 10,0909% del capitale sociale.

HERA

Tra le Mid Cap Hera e' invariata a 2,79 euro. Banca Imi, che conferma sul titolo la raccomandazione buy e il prezzo obiettivo a 3,6 euro, evidenzia che il gruppo ha formalizzato un accordo con quattro istituti di credito per l'attivazione di una nuova linea revolving sostenibile da 200 milioni di euro volta a contribuire e a mantenere la solidita' finanziaria e nel contempo ad accrescere il mix di prodotti e strumenti finanziari adottati dall'azienda. L'accordo e' il primo nel suo genere in Italia. Gli analisti pensano che con questa notizia Hera "confermi il suo impegno nell'identificare strumenti finanziari innovativi legati alla sostenibilita'"

SALINI

-Il consorzio guidato da Salini Impregilo e' entrato nella shortlist per la progettazione e la realizzazione del Rozelle Interchange and Iron Cove Link, in Australia. L'opera, informa una nota, e' parte del WestConnex, il piu' importante progetto stradale del Paese, del valore di 16,8 miliardi di dollari australiani (12,6 miliardi di dollari), che punta a migliorare ed espandere la rete di trasporto di Sydney. Con la costruzione di infrastrutture per la riduzione del traffico stradale e ferroviario, Salini Impregilo intende supportare i clienti nelle sfide ambientali e sociali che le citta' si trovano ad affrontare a seguito della crescita economica e demografica. Il Rozelle Interchange and Iron Cove Link, del valore di circa 3,5 miliardi di dollari australiani, e' commissionato dal New South Wales Government e prevede la costruzione di un grande svincolo completamente sotterraneo tra la City West Link e un bypass di Victoria Road tra Iron Cove Bridge e Anzac Bridge, incluso l'aggancio al futuro progetto sotterraneo proposto, il Western Harbour Tunnel and Beaches Link. Fanno parte della joint venture integrata di cui Salini Impregilo e' leader anche Clough e Samsung C&T. Il collegamento unira' le due nuove autostrade M4 e M5, fornendo un passaggio sotterraneo a decine di migliaia di auto ogni giorno. L'inizio dei lavori per la realizzazione dei tunnel M4-M5 e' previsto entro la fine dell'anno, con apertura al traffico entro la fine del 2022 e con il Rozelle Interchange and Iron Cove Link da completare circa un anno dopo. Il WestConnex, che permettera' di ridurre il traffico stradale e di migliorare l'accesso e i collegamenti alla parte occidentale di Sydney, comprende cinque progetti da realizzare in tre diverse fasi, con il M4-M5 Link Rozelle Interchange parte della terza fase, la piu' importante. L'Australian Industry Group sostiene che la crescita annuale dei progetti stradali durante gli anni 2018-2019 sara' approssimativamente del 21% mentre quella dei progetti ferroviari si aggirera' intorno ai 19%. Il governo australiano prevede investimenti in opere pubbliche per circa $75 miliardi australiani ($ 56,4 miliardi circa) allocati tra ferrovie, strade e trasporti nei 10 anni tra il 2018 e il 2027. In Australia, il settore delle costruzioni ricopre un ruolo trainante dell'industria rappresentando una quota pari a circa il 9% del prodotto interno lordo (PIL). Questo percorso di sviluppo si inserisce all'interno dell'area Asia-Pacifico, dove e' previsto uno dei tassi di crescita degli investimenti in infrastrutture piu' elevati dei prossimi 5 anni con un Cagr del 6%. Con un'economia e una popolazione in crescita, l'Australia rappresenta un mercato sempre piu' importante per Salini Impregilo, con una lunga esperienza nel settore dei lavori stradali, ferroviari e metropolitani. Salini Impregilo e' entrata in shortlist anche per il Cross River Rail a Brisbane, il piu' importante progetto infrastrutturale dello stato del Queensland. Il Gruppo, in consorzio, ha presentato un'offerta per uno dei due lotti dell'opera, che prevede la realizzazione di tunnel. L'ultimo progetto del Gruppo nel Paese e' un collegamento ferroviario lungo 8,5 chilometri che unira' la periferia orientale di Perth con il centro citta', contribuendo a ridurre la congestione del traffico e l'inquinamento atmosferico. Salini Impregilo sta lavorando alla realizzazione di metropolitane, ferrovie e strade in tutto il mondo. A Copenaghen sta completando la linea metropolitana Cityringen; ad Abu Dhabi ha recentemente dato il via ai lavori per realizzare un allacciamento stradale tra due isole per collegare due distretti; sotto le Alpi e' impegnata negli scavi della galleria di base del Brennero, che costituira' la linea ferroviaria sotterranea piu' lunga del mondo. Negli Stati Uniti, mercato nel quale realizza la maggior parte del fatturato e dove e' leader nel settore delle strade e autostrade, il Gruppo sta estendendo una sezione della 95 Express Lanes in Virginia, e ampliando l'Interstate 85 in South Carolina. A conferma della sua leadership globale, il Gruppo Salini Impregilo e' nelle Top 10 delle classifiche di Engineering News-Record (ENR), principale rivista americana di settore, nel comparto Transportation e in quello dei principali costruttori stranieri del mercato degli Stati Uniti.

Informazione finanziaria, consigli operativi e suggerimenti sui mercati finanziari
Basta avere paura quando gli altri sono avidi ed essere avidi quando gli altri hanno paura
                                                                                Warren Buffett