RUMORS DEL 1 DICEMBRE

Dicembre 1, 2017

MEDIOBANCARUMORS DEL 1 DICEMBRE

 

MEDIOBANCA

Parte oggi Mediobanca Private Banking, la nuova divisione della banca di investimenti milanese.Guidata da Angelo Viganò, uomo d'esperienza in questo segmento di attività, la divisione si innesta nel processo di accelerazione definito dal piano industriale di Mediobanca nel comparto Wealth Management.Un piano che prevede una crescita per linee esterne, come l'acquisizione delle attività di Barclays in Italia, la crescita di Compagnie Monegasuqe de Banque e, ultimo tassello, la fusione, appena completata, della controllata Banca Esperia, in cui Angelo Viganò opera dal 2009.
In questo modo Mediobanca potrà offrire servizi a 360 gradi, dalla distribuzione al segmento affluent, con CheBanca! fino alla clientela più esigente degli Hnwi (High Net Worth Individual).

TELECOM

Mentre la società tratta con il governo anche sulla questione della rete telefonica, prosegue la battaglia legale sui bandi pubblici Infratel per la rete a banda ultralarga, con un ultimo ricorso, rinviato alla Ue, che potrebbe teoricamente far rientrare Tim nella partita. Il Messaggero scrive che il gruppo sta studiando il ricorso al capo dello stato contro le decisioni del consiglio dei ministri sul golden power. Il ricorso straordinario (formalmente riferito al presidente della repubblica, ma, di fatto, deciso dal consiglio di stato) "è alternativo alla via giudiziaria", cioè esclude il ricorso al tar.
Joseph Oughourlian, numero uno di Amber Capital, in un'intervista al Sole 24 Ore, sottolinea che "l'attuale strategia di Vivendi non è chiara".

SAIPEM

Saipem  ha acquisito un nuovo contratto E&C Offshore da parte di Saudi Aramco (nell`ambito del Long Term Agreement) e lavori aggiuntivi in West Africa per un valore complessivo di $400mn. Lo scopo del lavoro in Arabia Saudita comprende l`ingegneria, l`approvvigionamento e la costruzione di una condotta offshore del diametro di 42 pollici, oltre ad alcune attività per upgrade dell`impianto di iniezione di acqua di Manifa.
Si tratta di uno dei contratti che erano state segnalati dalla società nel corso dell`ultima conference call come opportunità di breve termine. Tra le altre opportunità di breve, soprattutto onshore, erano state menzionate anche la TAV Brescia-Verona (stimiamo €1bn pro-quota SPM), alcuni progetti in Oman (per un totale di circa $1bn) e il progetto OKPAI in Nigeria. Notizia positiva: il contratto rappresenta il 4% della raccolta ordini da noi attesa per il 2017, e aumenta la visibilità sui numeri 2018. Si tratta di contratti offshore E&C, quindi stimiamo potenzialmente un EBITDA margin double digit. La raccolta ordini E&C YTD è ora pari a €5.9bn vs una nostra stima FY17 di €7.25bn. QTD la raccolta ordini è pari a €1.5bn vs. nostra stima di €2.85bn. Nonostante la buona raccolta ordini QTD, la visibilità sulle dinamiche 2018 soprattutto per il segmento offshore resta molto bassa (>65% dell`EBITDA 17-18E).

ITALGAS

La società ha annunciato un accordo vincolante con CPL Concordia per acquisire un portafoglio di 7 concessioni nel Sud Italia per €13 mn. Alcune concessioni sono in costruzione ed altre verranno sviluppate nei prossimi anni. Gli investimenti complessivi saranno €95 mn, di cui €28 mn già realizzati. Italgas riceverà complessivamente €38 mn di contributi e quindi il valore degli investimenti che andrà a RAB (inclusi i €13 mn di prezzo di acquisto), sono pari a €56 mn nei prossimi 2-3 anni.
Dall`acquisizione è stimabile un contributo di circa €3.5 mn a livello di EBIT e €5 mn a livello di EBITDA a regime nel 2020-21, con un impatto circa del 1% sugli utili del gruppo

POSTE

Ieri pomeriggio i sindacati dei dipendenti postali hanno comunicato di aver siglato il rinnovo del contratto nazionale che prevede, per la componente prettamente economica, un aumento medio mensile pro-capite di 103 euro ricorrente più un premio una-tantum di 1000 euro che verrà pagato nel 2018.

PIL STIME ISTAT

Nel terzo trimestre del 2017 il Pil è aumentato dello 0,4% sul trimestre precedente e dell’1,7% su base annua. Lo rileva l’Istat rivedendo al ribasso le stime di metà novembre che davano la crescita congiunturale allo 0,5% e quella tendenziale all’1,8%. La correzione è stata quindi di 0,1 punti percentuali.

MANOVRA DDL ALLA CAMERA 

Via libera finale del Senato alla manovra, con 136 sì e 30 no, dopo l’ok anche alla nota di variazioni al bilancio approvata dal Consiglio dei ministri. Il testo ora passa in seconda lettura alla Camera. L’iter a Montecitorio dovrebbe essere avviato in commissione Bilancio martedì 5 dicembre per concludersi in tempo per portare il provvedimento in Aula il 19 dicembre.
Informazione finanziaria, consigli operativi e suggerimenti sui mercati finanziari
Basta avere paura quando gli altri sono avidi ed essere avidi quando gli altri hanno paura
                                                                                Warren Buffett