RUMORS DEL 15 FEBBRAIO

Febbraio 15, 2018

telecomRUMORS DEL 15 FEBBRAIO

TELECOM

Secondo Il Sole24Ore, nel fine settimana, sarebbero attese le offerte vincolanti per Persidera. Rai Way  avrebbe trovato un accordo con il fondo F2i per presentare un'offerta congiunta mentre Ei Towers dovrebbe ancora individuare un partner (ricordiamo che sia Rai Way sia Ei Towers non possono prendere la maggioranza di Persidera per ragioni Antitrust). Secondo il quotidiano MF, però, l'offerta di Raiway-F2i sarebbe intorno a 200 milioni di euro ossia ben al di sotto dei 350 milioni che chiedono i venditori. L'alternativa per TIM sarebbe quella di non vendere Persidera ma di spostare l'asset in un Trust.

BANCA D’ITALIA

Al 31 dicembre del 2017 il debito delle amministrazioni pubbliche era pari a 2.256,1 miliardi, con un aumento di 36,6 miliardi rispetto ai 2.219,5 miliardi del 2016. Lo rende noto Bankitalia nell’ultimo fascicolo “Finanza pubblica, fabbisogno e debito”. Nel solo mese di dicembre il debito è calato rispetto ai 2.275 miliardi di novembre.

COMMERCIO ESTERO

Nel 2017 le esportazioni italiane sono in crescita, rispetto al 2016, del 7,4% in valore e del 3,1% in volume. Lo rileva l’Istat aggiungendo che a crescere sono anche le importazioni con +9% in valore e +2,6% in volume.

INTESA

- Con il nuovo piano d'impresa di Intesa Sanpaolo  annunciato il 6 febbraio scorso, Banca Intesa Russia rientra nel perimetro della divisione Corporate & Investment Banking in ragione delle sinergie importanti che si possono sviluppare.Lo ha detto il responsabile del Cib di Intesa, Mauro Micillo, a margine di un convegno."Il perimetro della banca russa nell'ambito del piano d'impresa è stato ricondotto nell'alveo del Cib", ha detto Micillo.Il Ceo Carlo Messina "ha ritenuto d'intesa con me che ci fossero delle importanti sinergie con le imprese che lavorano con la Russia", ha aggiunto.Alla domanda se Intesa intenda modificare il perimetro in Russia, Micillo ha risposto che "almomento stiamo valutando solamente come supportare le nostre imprese", rimarcando come "nell'ultimo anno il volume di scambi tra Russia e Italia e cresciuto notevolmente".

MPS

Mps ha archiviato l'ultimo trimestre del 2017 ancora in rosso, a testimonianza di quanto sia difficile rimettere in carreggiata i conti, nonostante l'intervento di ricapitalizzazione dello Stato. La perdita nel periodo e' stata di 501,5 milioni, anche a causa di nuove rettifiche e accantonamenti straordinari.
Conti a luci e ombre per Mps. Da una parte, infatti, c'e' da notare il positivo completamento del piano di ristrutturazione che ha visto l'ingresso dello Stato e l'avvio dell'operazione di cartolarizzazione che alleggerira' i conti di 24,6 miliardi di sofferenze, dall'altra l'istituto ha registrato ricavi core inferiori alle attese e accantonamenti e rettifiche non previsti che hanno determinato, nel quarto trimestre 2017, una perdita di 501,5 milioni. In particolare, tra le voci non ricorrenti vi sono 170 milioni relativi a costi di recupero connessi all'accordo di servicing pluriennale relativo alla cessione della piattaforma per la gestione dei crediti in sofferenza e 166 milioni di accantonamenti per rischi diversi.

STANDARD LIFE

Standard Life Aberdeen  ha posto fine a un contratto, siglato con Lloyds, per la gestione di asset. Gli analisti di Hargreaves Lansdown hanno evidenziato come questo sviluppo sia sempre stato al centro del dibattito, fin dalla messa a segno del merger tra Standard Life e Aberdeen. Quest'ultima gestiva gli asset della sussidiaria di Lloyds, ovvero Scottish Widows, rivale di lunga data di Standard Life. Hargreaves Lansdown mette in luce che la perdita di un quinto degli asset in gestione della societa' potrebbe minare la base del merger, anche se rappresenta solo il 5% dei ricavi, dato che questi investimenti hanno margini ristretti.

Informazione finanziaria, consigli operativi e suggerimenti sui mercati finanziari
Basta avere paura quando gli altri sono avidi ed essere avidi quando gli altri hanno paura
                                                                                Warren Buffett