RUMORS DEL 17 OTTOBRE

Ottobre 17, 2017

cinaRUMORS DEL 17 OTTOBRE

CINA

l Pil cinese riprende a correre veloce: nella seconda metà del 2017 farà +7%. (Il Messaggero 18)

CATTOLICA ASSICURAZIONI

Vari quotidiani riportano indiscrezioni che indicano Cattolica Assicurazioni in pole per la JV di bancassurance con Banco BPM. Il Messaggero segnala che CASS potrebbe acquistare l`80% della JV con un esborso di €1.2 bn.In tale scenario sarebbero da valutare gli impatti sul Solvency II della compagnia. Per far fronte all`assorbimento dovrebbe essere sufficiente l`emissione di subordinati Tier1/2/3 contabilizzabili nella base di capitale (nelle nostre stime l`ammontare massimo di subordinati emettibili sarebbe di circa €400 mn).

BAMI

Secondo i quotidiani, oggi si terrà un cda per accettare l`offerta per il business della bancassurance.
Cattolica sembra in pole position rispetto a Covea: le valutazioni per il 50% delle JV ricomprate da Aviva e Unipol sarebbero di €800mn, sopra la nostra stima di €750mn. A questi termini, il deal comporterebbe, in base ai nostri calcoli, un impatto positivo di 8bps sul CET1, che a fine anno dovrebbe raggiungere il 12.4%.

ENAV

Nuove indiscrezioni di stampa (Il Sole 24 Ore) confermano che, nell'ambito di un'ulteriore fase di privatizzazioni, il governo italiano potrebbe valutare, entro fine anno, la cessione a Cassa Depositi e Prestiti (controllata dal Mef) della partecipazione di controllo in Enav  attualmente detenuta dal Ministero dell'Economia e delle Finanze.
Si tratterebbe di una cessione a prezzi di mercato, per un incasso di circa 1,1 miliardi di euro.Secondo IlSole24ore, CdP (82.8% MEF, 16% Fondazioni bancarie) è pronta a chiudere l`acquisizione del 51% di Enav  dal ministero dell`Economia nelle prossime settimane. Tale possibilità era già emersa nei mesi scorsi sulla stampa. Non vediamo impatti per il titolo.

Moody’s, outlook negativo sul sistema bancario italiano

Moody’s mantiene un outlook negativo sul sistema bancario italiano che riflette “la continua pressione sui nostri istituti affinché riducano i loro grandi stock di crediti problematici in un contesto in cui ci sono limitate opportunità di raccogliere capitali, una redditività che continua ad essere debole e una significativa esposizione di credito verso il governo italiano”. Una fragilità, si legge in una nota, “solo parzialmente mitigata da una leggera ripresa economica e da flussi più bassi di Npl”.

Alitalia, arrivate sette offerte

Per la cessione di Alitalia sono sette le buste recapitate alla scadenza di ieri per l’invio delle offerte vincolanti, presso lo studio notarile associato Atlante Cerasi di Roma. I commissari straordinari di Alitalia da ieri sera hanno iniziato ad analizzare i plichi per capire quante sono le offerte che effettivamente rispondono ai criteri del bando. Rispetto alla dozzina di manifestazioni di interesse iniziali, la lista dei potenziali pretendenti si è assottigliata. Dopo l’uscita di scena di Ryanair, tra le compagnie aeree sono rimaste in corsa Lufthansa ed EasyJet, entrambe interessate ad alcuni asset di Alitalia del lotto Aviation, ma non ad assumere il controllo dell’intera compagnia, nel lotto Unico, come invece vorrebbero il governo e i tre commissari.

ENI

La big oil italiana sarebbe alla ricerca di un contractor per sviluppare il pozzo offshore Amoca in Messico. Un giacimento da 1,4 miliardi di barili di olio equivalente che potrebbe entrare in produzione gia' all'inizio del 2019, con livelli di produzione iniziali di circa 30-50 mila barili al giorno.
Questo e' quello che riporta Upstream, secondo cui una delle opzioni al vaglio, e' quella di usare un'unita' galleggiante di produzione (FPSO). Scelta che vedrebbe in Saipem, McDermott e Sepura societa' favorite. Non e' ancora nota la dimensione del contratto, ma i risultati dell’aggiudicazione dovrebbero essere annunciati all’inizio del 2018.

TELECOM

Giorgio Filipetto di Alpe Adria Gestioni interpellato da MF-Dowjones spiega che con la Golden Power "il Governo ha confermato i vincoli per le attivita' strategiche" ma non ci sono grandi impatti per Telecom, sostanzialmente "non c'e' nulla di nuovo". Per l'esperto sara' importante "aspettare l'incontro tra il Ministro dello Sviluppo Economico, Carlo Calenda e Amos Genish" per vedere "se ci saranno sviluppi sul fronte della rete, elemento che rappresenta un possibile catalizzatore per il titolo"

ATLANTIA

Secondo Expansion, Abertis potrebbe lanciare un`offerta che possa valorizzare Abertis 18 euro per azione, con un`offerta mista carta e cassa (17 euro secondo il Sole). ACS sarebbe sostenuta da JP Morgan, che dovrà coordinare il patto di sindacato delle banche per raccogliere €15 bn. ACS starebbe in particolare guardando cosa farà La Caixa, con il suo 22% di Abertis. Presentando la propria offerta, ACS allungherebbe i tempi di 2-3 mesi (CNMV deve valutare il prospetto) e quindi prepararsi per l`offerta finale, cercando nuovi alleati che la possano affiancare.
Il rischio rimane l`allungamento dei tempi e se in un`asta finale per il controllo di Abertis, ACS troverà dei partners. Dal punto di vista di Atlantia, oltre all`incremento del prezzo dell`offerta cash per il controllo di Abrtis, è centrale il livello delle accettazioni (90% di accettazioni significa un EPS accreation del 40% circa nel periodo 2018-21 e quindi aumento del DPS fino al 30%, come anticipato dal management).
Per Alitalia sarebbero arrivate 7 offerte al Governo, di cui solo 2 da vettori aerei, Lufthansa e Easy Jet. Entrambe le offerte si rivolgerebbero solo alla parte aviation di Altialia e l`interesse di Lufthansa in particolare sarebbe per il network globale di Alitalia e dei voli point-to-point in Italia ed Europa. Alitalia vale il 30% delle aviation revenues di ADR ed il 35% del traffico. Il rischio principale riguarda i passeggeri in transito (circa il 25% dei passeggeri).Dall`altro lato l`accordo di code-sharing con Star Alliance ha impedito ad Alitalia lo sviluppo di voli per US (voli intercontinentali di Alitalia pari al 14% Vs il 22% per ADR).

Informazione finanziaria, consigli operativi e suggerimenti sui mercati finanziari
Basta avere paura quando gli altri sono avidi ed essere avidi quando gli altri hanno paura
                                                                                Warren Buffett