Rumors del 24 novembre

Novembre 24, 2017

UNICREDITRumors del 24 novembre

UNICREDIT

UniCredit farà richiesta per ottenere la garanzia per le cartolarizzazione delle sofferenze (gacs) sulla tranche più senior del progetto Fino.Si tratta, si legge in un comunicato della banca, dellafase 2 del progetto di cartolarizzazione del portafoglio di npl da 17,7 miliardi di euro.
Gli strumenti di classe B hanno ottenuto un rating Ba3 da Moody's e un rating BB (high) da Dbrs, mentre gli strumenti di classe C un rating B1 da Moody's eBB da Dbrs.

Pressione fiscale, Ocse: “In Italia cala al 42,9%"

La pressione fiscale in Italia cala al 42,9% del Pil nel 2016, rispetto al 43,3% del 2015. Ma il Belpaese resta nella parte alta della classifica annuale dell’Ocse, confermandosi alla sesta posizione fra i Paesi dell’area. E’ quanto emerge dal rapporto “Revenue Statistics” dell’organizzazione parigina, in cui la Danimarca si conferma il Paese più “vessato” con una pressione al 45,94%, davanti alla Francia (45,27%) e al Belgio (44,18%).

MPS

24 novembre (Reuters) - Banca Monte Dei Paschi Di Siena Spa  In offerta scambio tasso di interesse bond senior fissato a 0,657%
Cedola a scadenza pari a 0,003096 euro

TELECOM/MEDIASET

il Messaggero, stamattina parla di una fornitura di contenuti media a TIM Vision: il controvalore della commessa, con minimi garantiti molto importanti è di circa 600 milioni di euro in sei anni. Nell'articolo si aggiunge che Vivendi, per mettere fine alle ostilità con Mediaset scaturite dal mancato pagamento di Mediaset Premium, pagherebbe circa 700 milioni di euro. Quindi, complessivamente, alla società potrebbero arrivare 1,3 miliardi di euro in varie forme.Ma nel negoziato in corso in questi giorni si sta parlando anche delle azioni in grado di portare, nel medio periodo, ad un'aggregazione Telecom Italia/Mediaset, con la regia di Vivendi: il primo passo potrebbe essere lo scorporo della rete.

Pensioni, arrivato l’emendamento del governo

E’ arrivato al Senato l’emendamento sulle pensioni alla manovra presentato dal governo. La proposta, si legge nell’intestazione, riguarda “i lavoratori addetti ad attività gravose” e “lo sviluppo della previdenza complementare, conseguenti al confronto tra governo e organizzazioni sindacali del 21 novembre”. La relazione tecnica fornisce qualche indicazione anche sulla platea di lavoratori coinvolta. Nel 2019 saranno esonerate dall’aumento dell’età pensionabile a 67 anni 14.600 persone impegnate in lavori gravosi.

GPI

Il partner tecnologico di riferimento nel mercato della Sanita' informa che sono stati sottoscritti gli atti di fusione per incorporazione in GPI Spa delle due societa' interamente controllate GSI Srl e GPI DO BRASIL Srl.
Ciascuna delle suddette fusioni rientra nel percorso di semplificazione societaria gia' avviato. Una struttura legale e societaria piu' snella consente alle unita' produttive territoriali di focalizzarsi efficacemente sul prodotto, sul mercato e sull'evoluzione dei livelli di servizio offerti al cliente.
Gli effetti giuridici di tali fusioni decorreranno dall’ultima delle iscrizioni dei rispettivi atti di fusione presso il  Registro  delle  Imprese, che si  prevede  avvengano a inizio dicembre 2017. Gli effetti contabili e fiscali saranno retrodatati al 1° Gennaio 2017, e comunque al primo giorno dell’esercizio in corso al momento del verificarsi degli effetti reali della fusione.

AUTOGRILL

Banca Imi conferma la raccomandazione add e il prezzo obiettivo a 12 euro su Autogrill. "Abbiamo recentemente tenuto un roadshow con Autogrill in Lussemburgo e Bruxelles", in cui "abbiamo registrato un alto livello di interesse sulla societa' sia da nuovi sia da vecchi investitori. Le domande piu' frequenti", spiega Imi, "sono state su possibili corporate action", sull'aumento dei costi negli Usa, "su opportunita' di deal rilevanti derivanti dal consolidamento del settore", sugli spazi per efficienze sui costi, sui margini di upside dallo sviluppo del segmento internazionale, sul potenziale di crescita organica e sull'upside derivante dalla riforma fiscale Usa. Per Imi su Autogrill "il quadro generale resta positivo"

NPL

Il Parlamento Europeo sta studiando la possibilità di introdurre uno scivolo automatico nel caso le banche cedano stock importanti di sofferenze in modo da sterilizzare gli impatti sul bilancio quindi evitare aggravi patrimoniali.
La bozza della proposta dovrà essere finalizzata per fine 2018. Le prime indicazioni sono positive per l'intero settore italiano in quanto permetteranno alle banche di vendere più velocemente le sofferenze in portafoglio.

Informazione finanziaria, consigli operativi e suggerimenti sui mercati finanziari
Basta avere paura quando gli altri sono avidi ed essere avidi quando gli altri hanno paura
                                                                                Warren Buffett