RUMORS E NEWS DEL 5 FEBBRAIO

Febbraio 5, 2018

poste italianeRUMORS E NEWS DEL 5 FEBBRAIO

POSTE

La stampa riporta questa mattina che il "quarto pilastro" di crescita per Poste Italiane  potrebbe essere il business dei pagamenti. In dettaglio, la società dovrebbe conferire il business dei pagamenti alla nuova unità insieme alla partecipazione in SIA. L'articolo infine riporta che Poste potrebbe cedere la quota in Anima in cambio della partecipazione di CDP in SIA.

CRIPTOVALUTE

Lloyds Banking Group  ha detto ieri che non permetterà ai suoi clienti in possesso di carta di credito di acquistare Bitcoin o altre criptovalute.
"Lloyds Bank, Bank of Scotland, Halifax e MBNA, non accettano transazioni su carta di credito per l'acquisto di criptovalute", ha detto in una mail un portavoce del gruppo bancario.Il Telegraph aveva scritto ieri che il timore per la banca è quello che i clienti possano perdere ingenti somme.
La banca bloccherà qualunque tentativo di acquistare Bitcoin tramite carta di credito a partire da oggi, ma le valute digitali potranno essere comprate con carte di debito, scrive il quotidiano.Il primo ministro inglese Theresa May ha detto che la Gran Bretagna dovrebbe prendere in seria considerazione i rischi legati alle criptovalute, soprattutto perché possono essere usate dalla criminalità.Le valute digitali, incluso il bitcoin, hannoregistrato netti ribassi venerdì nel timore che le autorità mondiali autorizzino regole più severe.

BIM

'Attestor Capital non ha alcun diritto o possibilita' di influire sulle scelte di Banca Intermobiliare (Bim) che restano di competenza esclusiva del cda e del management in quanto ancora in attesa delle necessarie autorizzazioni per procedere all‘acquisto della quota di controllo della banca'.
E' quanto riporta una nota diffusa dalla banca torinese, smentendo alcune indiscrezioni di stampa secondo cui il fondo britannico vorrebbe rimuovere dalle sue cariche il consigliere delegato Giorgio Girelli.
La nota aggiunge che 'Qualsiasi azionista, attuale o futuro, di maggioranza o di minoranza, non avra' mai alcuna possibilita' di influenzare scelte gestionali (di competenza del management) o strategiche (di competenza del consiglio di amministrazione)'.
Infine, sempre la nota, sottolinea che 'La procedura di cessione della partecipazione e' stata gestita in assoluta autonomia dal venditore e che il management della banca non ha avuto alcun coinvolgimento decisionale, ne' ha mai svolto alcun ruolo nella scelta effettuata in piena e assoluta autonomia dai Commissari Liquidatori di Veneto Banca in LCA in favore di Attestor Capital.
Riguardo all'attivita' operativi, il comunicato precisa che 'Il management e' costantemente impegnato nella complessa operazione di risanamento e ristrutturazione aziendale in corso, supportato dalla piu' completa e totale fiducia del consiglio di amministrazione'.

PRELIOS

Ha inizio oggi l’Opa su Prelios da parte di Lavaredo.
Lo scorso 16 gennaio Lavaredo, societa' veicolo costituita da Burlington Loan Management, dopo essere salita al 44,9% del capitale del gruppo milanese, ha depositato presso la Consob il documento d’offerta relativo al lancio dell’opa obbligatoria totalitaria.
Il corrispettivo previsto per gli aderenti all’offerta e' pari a 0,116 euro per ciascuna azione.
Il periodo di adesione si chiudera' il 2 marzo.

FCA

Il Dipartimento di giustizia americano, in una lettera dello scorso 27 gennaio, ha offerto alla casa di Detroit un accordo per chiudere il caso sulle presunte violazioni delle emissioni diesel.
Secondo quanto riportato da Bloomberg, dopo mesi di discussione tra le autorita' ed Fca, le parti hanno raggiunto un accordo generale, anche se i dettagli devono ancora essere messi a punto.
Qualsiasi intesa dovra' includere una sanzione monetaria, un piano per richiamare 104 mila vetture diesel tra pickup e suv e degli sforzi per rimediare ai danni causati dall'eccesivo inquinamento dei veicoli.
Le parti non hanno ancora discusso l'ammontare della multa, ma per il Dipartimento di giustizia l'accordo dovra' includere una significativa sanzione civile, grande abbastanza da scoraggiare future violazioni e che rifletta la gravita' dell'accaduto.
Fca dal canto suo ha proposto di ridurre l'ammontare della sanzione in base all'impegno che si assumera' ad investire in progetti volti a promuovere la mobilita' a basse o zero emissioni, anche se le autorita' hanno sottolineato che tali progetti non possano sostituire una multa, ritenuta una parte essenziale del patteggiamento.

LEONARDO

L'accordo Fincantieri - Naval-Stx dovrebbe prevedere un coinvolgimento di Leonardo : se ne parla sul Sole24Ore del fine settimana.
Inizialmente, alla holding della Difesa sarà garantito un ruolo importante nella fornitura di prodotti e servizi, successivamente, ci potrebbe essere una collaborazione su nuovi progetti congiunti.Con riferimento alla firma tra Fincantieri e lo Stato francese in merito alla compravendita del 50% di STX France (vedi notizia relativa) alcune fonti di stampa evidenziano che la presenza al tavolo anche del CEO Profumo indice a pensare che i rischi di un`isolamento per Leonardo (Leonardo ) nel business navale della divisione elettronica della difesa si siano ridotti (di fatto LDO rischia una riduzione del business delle forniture di sistemi da combattimento, radar, dispositivi elettronici e armamenti navali nei confronti del nuovo gruppo n.1 in Europa a vantaggio dei francesi di Thales).

BB BIOTECH

Blue Magpie Corporation, interamente controllata da Celgene, ha avviato l’Opa in precedenza annunciata (BB Biotech - Celgene offre 9 mld $ per Juno Therapeutics) su tutte le azioni ordinarie in circolazione di Juno Therapeutics al prezzo di 87 dollari per azione.
L’operazione scadra' il prossimo 2 marzo.
Si segnala che Celgene e Juno Therapeutics rappresentavano al 31 dicembre rispettivamente il 9,6% e il 2,4% delle partecipazioni in portafoglio di BB Biotech.

Informazione finanziaria, consigli operativi e suggerimenti sui mercati finanziari
Basta avere paura quando gli altri sono avidi ed essere avidi quando gli altri hanno paura
                                                                                Warren Buffett