Ue alla Grecia: lavorare per 6 giorni la settimana

Settembre 5, 2012

grecia3I creditori chiedono ore lavorative più flessibili, perche' Atene possa ricevere nuovi aiuti finanziari. E intanto gli esperti continuano a sostenere che l’uscita dall’euro rimane l’unica strada percorribile.      Atene - I greci dovrebbero lavorare per sei giorni la settimana. Questo quanto chiede una lettera inviata al Governo della Grecia dai creditori (Commissione europea, Banca centrale europea e Fondo monetario internazionale), contenente anche altre domande, in cambio di aiuti finanziari al paese in difficoltà, colpito da recessione e costante calo della capacità produttiva.
Gli orari di lavoro dovrebbero essere più flessibili (ore minime di riposo riviste a 11), con la possibilità saltare il fine settimana completo (portando i giorni massimi lavorativi a sei), secondo quanto cita la lettera ottenuta segretamente dal quotidiano inglese Guardian.
Lasciare l’euro
La Grecia deve lasciare l’Eurozona e reintrodurre la propria moneta, se vuole di nuovo essere in grado di stare in piedi da sola e tornare a crescere. Ne è convinto Manfred Neumann, professore di economia presso l’Institute for Economic Policy della University of Bonn, nel 1997 supervisionò la tesi di dottorato dell’attuale Governatore della Bundesbank, Jens Weidmann.
L’industria del turismo e gli esportatori da soli non possono tornare in fase di ripresa semplicemente abbassando i prezzi e i salari. "Questo deve essere fatto attraverso la svalutazione, dunque tornando alla propria moneta".FONTE WALL STREET ITALIA

Informazione finanziaria, consigli operativi e suggerimenti sui mercati finanziari
Basta avere paura quando gli altri sono avidi ed essere avidi quando gli altri hanno paura
                                                                                Warren Buffett